Notizie

Questa è la storia di G.L.

22 August 2022
Questa è la storia di G.L.
Questa è la storia di G.L.

Questa è la storia di G.L., una donna di 34 anni che ama profondamente la vita e il nuoto.
G.L-, le iniziali sono vere, scopre improvvisamente un tumore al muscolo della spalla, il trapezio.
Il tumore cresceva e aveva iniziato a farle male; la cura del tumore era possibile asportando la porzione del muscolo trapezio che lo conteneva.
Ma questa cura avrebbe avuto un prezzo altissimo da pagare: la paralisi parziale della spalla, che le avrebbe impedito di sollevare il braccio, nuotare, eseguire tutti i movimenti che si fanno sollevando il braccio sopra la testa come prendere oggetti situati in alto o asciugarsi i capelli.
G.L. si è rivolta al Prof. Salvatore D'Arpa, che ha studiato una soluzione proprio per lei: i muscoli potevano essere ricostruiti per curare la paralisi, ma bisognava prelevare da un'altra parte del corpo un muscolo simile a quello da ricostruire e il cui prelievo non potesse causare danni.
Questo muscolo si chiama gracile. E' un muscolo dell'interno coscia che si usa per molti tipi di ricostruzione, dalla paralisi del viso e degli arti a ricostruzioni dei legamenti del ginocchio. Gli altri muscoli della coscia ne vicariano la funzione e le cicatrici del prelievo sono invisibili.
Questa soluzione avrebbe permesso di asportare il tumore e contemporaneamente di ricostruire il muscolo permettendo a G.L. di continuare normalmente la sua vita.
Questo tipo di intervento non era mai stato eseguito prima ma G.L. e il prof. D'Arpa, nostro docente che coordina la Scuola di Specializzazione in Chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica, hanno deciso di procedere dopo aver discusso assieme la bontà del progetto.
L'intervento è andato come previsto e tre mesi dopo la spalla di G.L. si muoveva normalmente.
A dieci anni di distanza il tumore non è più tornato e G.L. vive una vita felice: il suo tumore è solo un ricordo.
I risultati sono stati pubblicati dopo 10 anni, dopo aver verificato non soltanto l'efficacia, ma anche la longevità e la sicurezza della tecnica, in lingua Inglese sulla rivista scandinava di Chirurgia Plastica.
Con la sua forza e il suo coraggio, G.L. ha contribuito al progresso della scienza medica.
Complimenti a G. L., lunga vita, e complimenti al nostro Prof. D'Arpa!

Tags: Salvatore D'Arpa, tumore, chirurgia, ricerca
Autore: JM